Antonio Mangiacasale - miodottore.it
 
 
 
 
 
 
 

Infertilità Catania

 
 

 
 
 
 
 
 
La Riproduzione Umana

La Riproduzione Umana, come in tutti gli esseri viventi, ha il compito basilare di permettere la sopravvivenza della specie ma gli si attribuisce anche un ruolo “individuale”, cioè soddisfare il desiderio di maternità e paternità innato nel genere umano. Si tratta di un processo molto articolato, non ancora del tutto compreso, e che si compone di vari passaggi, ciascuno dei quali deve realizzarsi secondo regole perfette di sincronia e composizione. Molto semplicisticamente, perché l’esito sia favorevole, si devono realizzare le seguenti tappe:

 
 
 
 
 
  1. corretta ovulazione ciclica;
  2. produzione di gameti competenti: da parte della donna di ovociti capaci di essere fecondati e di formare un embrione vitale, da parte dell’uomo di spermatozoi capaci di fecondare e di dare l’impulso per lo sviluppo embrionale;
  3. incontro dei gameti competenti e loro regolare fusione (fecondazione), tappe che avvengono all’interno della tuba;
  4. sviluppo normale dell’embrione che, nei primi 3-4 giorni, continua a crescere all’interno della tuba;
  5. trasporto dell’embrione dalla tuba all’interno della cavità uterina;
  6. annidamento dell’embrione nell’utero (impianto);
  7. capacità dell’utero di portare regolarmente avanti la gestazione.


Non sempre tutto procede correttamente poiché ciascuna di queste tappe può non avvenire o realizzarsi in maniera imperfetta. La coppia è definita infertile se non ottiene gravidanza dopo 12 di rapporti mirati (cioè intenzionalmente rivolti alla ricerca di una gravidanza).

Iter diagnostico

Il percorso diagnostico è diretto alla studio della causa, o delle cause, dell’infertilità. Ad oggi,nonostante, il valido set di esami diagnostici da poter utilizzare, non sempre è possibile formulare una diagnosi certa, poiché il concepimento è un evento di per sé molto complesso, condizionato da numerosi fattori e soggetto ad una ampia variabilità biologica tra una coppia e l’altra. L’esito delle indagini diagnostiche ha un ruolo fondamentale per impostare anche il successivo percorso terapeutico. Entrambi i partner devono essere valutati con indagini di primo livello che prevedono: anamnesi personale e famigliare della coppia; esame obiettivo ed ecografia pelvica per la donna; esame del liquido seminale per l’uomo. Successivamente, l’iter diagnostico può seguire strade diverse a seconda della presenza di fattori femminili e/o maschili di infertilità.